Collocazioni nella didattica del serbo come lingua straniera

Authors

  • Olja R. Perisic University of Turin, Foreign Languages, Literatures and Modern Cultures

DOI:

https://doi.org/10.21618/fil2022088p

Keywords:

collocations, corpora, context, lexicon, didactics, Serbian as LS

Abstract

Nella presente ricerca saranno presentati i risultati di una sperimentazione condotta in una classe di studenti di prima annualità presso l’Università di Torino. Scopo di questa indagine è ricavare alcune conclusioni circa l’efficacia del procedimento DDL-data driven learning nell’apprendimento lessico-grammaticale a livello principiante.

I primi studi sui corpora hanno evidenziato la tendenza delle parole a co-occorrere con determinate altre parole, creando nel contesto una serie di pattern lessico-grammaticali noti come collocazioni. Nello studio delle lingue straniere, il lexical approach, cioè lo studio basato sulle collocazioni e non più sulle parole isolate, risulta particolarmente significativo. Anche la componente grammaticale non deve essere oggetto di studi separati, bensì va sempre e comunque affrontata come parte integrante delle collocazioni, intese come unità semantiche ma anche sintattiche e grammaticali.

Utilizzando appositi software per l’analisi dei corpora lo studente può essere coinvolto nell’osservazione di tutti gli elementi che caratterizzano una parola come unità semanticogrammaticale: collocazione, colligazione, prosodia semantica e preferenza semantica. In questa sede verranno presentati alcuni esempi tratti dalla ricerca svolta in classe durante il lavoro individuale con gli studenti, con la speranza che possano stimolare la curiosità di quanti si occupano dell’insegnamento del serbo come LS.

Published

2020-12-30

How to Cite

Perisic, O. R. (2020). Collocazioni nella didattica del serbo come lingua straniera. Philologist – Journal of Language, Literary and Cultural Studies, (22), 88–115. https://doi.org/10.21618/fil2022088p

Issue

Section

Language